Ora puoi provare un tatuaggio prima di fartelo fare

Per la gioia di tatuatori e indecisi, già da alcuni anni girano delle app che, sfruttando la realtà aumentata, permettono usare lo smartphone per valutare l’aspetto di un tatuaggio senza inciderlo sulla pelle. Tuttavia, la scelta dei soggetti è spesso limitata a disegni standard e inoltre l’effetto risulta poco realistico perché il tatuaggio appare semplicemente sovrapposto al punto scelto. O almeno finora.

Proveniente dall’Ucraina, Ink Hunter promette di rivoluzionare il settore, grazie ad alcuni algoritmi che permettono di adattare il tatuaggio alla tridimensionalità del corpo e alla possibilità di acquisire tramite la fotocamera le bozze disegnate su carta.
Il giovane team di sviluppatori ha lavorato per oltre un anno e mezzo sull’app, ottenendo un eccellente equilibrio tra la resa grafica e la semplicità di utilizzo: per funzionare, Ink Hunter richiede solamente uno smartphone e una penna. Bastano tre linee di inchiostro tracciate sulla pelle, a formare una sorta di “square smile”, per delimitare il perimetro e le dimensioni del tatuaggio desiderato.

Basandosi sulla posizione dell’inchiostro, gli algoritmi di Ink Hunter adeguano il disegno, distorcendone la forma, fino ad adattarlo all’anatomia del punto prescelto. L’impressione di “indossare” il tatuaggio è estremamente realistica poiché tramite la fotocamera è possibile osservare su di sé il disegno in tempo reale e a diverse angolazioni.

beahance_cover_2

L’app permette di scegliere tra una vasta selezione di tatuaggi disegnati da sei diversi artisti, ma prevede la possibilità di acquisire, tramite screenshot, i propri schizzi tracciati su carta. È possibile inoltre giocare con alcuni filtri; tra questi vi è l’effetto sfumato per simulare l’effetto del tempo sul tatuaggio.
“Il nostro obiettivo è aumentare ulteriormente il realismo”, dichiara il CTO dell’azienda Pavlo Razumovskyi: “stiamo infatti lavorando per simulare differenti condizioni di luce e introdurre alcuni dettagli anatomici, come i vasi sanguigni”. Oltre a risolvere alcuni bug nella gestione della galleria, le prime migliorie saranno tuttavia volte a migliorare la stabilità del posizionamento e aprire ai tatuaggi colorati, attualmente non previsti da Ink Hunter.

Attualmente l’app è gratuita e disponibile solo per iOS, ma in futuro le cose potrebbero cambiare per consentire all’azienda di autosostenersi. “Stiamo valutando se far pagare il salvataggio del tatuaggio prescelto o fissare un limite alle prove gratuite”, prosegue Razumovskyi: “Abbiamo appena iniziato ad abbozzare il nostro modello di business.

Nelle intenzioni dei suoi creatori, la vocazione di Ink Hunter è piuttosto quella di diventare una piattaforma che faccia da tramite tra chi sta pensando di fare un tatuaggio e chi è in grado di realizzarlo. Evolvendo in un sistema di catalogo e prenotazione. Motivo per il quale, in risposta alle richieste dei primi utenti, nella prossima release il numero di artisti coinvolti sarà aumentato a cinquanta. Mettendo alle strette anche i più indecisi.

Leggi anche

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento?

Segui

nbsp

  • Get
    Livefyre
  • FAQ

Licenza Creative Commons

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

0 Shares

You must be logged in to post a comment Login